Home Cronaca Cronaca Bolzano

Arrestato il 27enne autore della strage in Valle Aurina

0
CONDIVIDI
Arrestato il 27enne autore della strage in Valle Aurina

I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Brunico hanno arrestato il ventisettenne della val Pusteria ritenuto responsabile di omicidio stradale per l’investimento avvenuto a Lutago, in Valle Aurina.

Erano circa l’ 1.20 della notte tra sabato e domenica a Lutago, quando, lungo la strada statale 621 della valle Aurina, il giovane alla guida di un’autovettura impazzita, ha investito diciassette persone che erano in vacanza.

Dei diciassette investiti, sei sono deceduti sul posto per le gravissime lesioni riportate, mentre una donna è morta il giorno dopo in ospedale a Innsbruck.

Stefan Lechner

Il guidatore, un giovane del posto di 27 anni, Stefan Lechner, a seguito dei primi accertamenti condotti dal personale della Compagnia Carabinieri di Brunico, di concerto con l’Autorità Giudiziaria di Bolzano, trovato in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico superiore quattro volte la legge, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale e lesioni gravissime.

Nel mentre sono stati identificati i 7 giovani tedeschi, quattro donne e tre uomini, che hanno perso la vita in un tragico incidente di Luttach di domenica.

I morti sono Felicitas Rita Vetter, Katarina Majic, Rita Bennecke, Julius Valentin Uhlig, Julian Vlam e Philip Schulze, mentre Innsbruck, J.S.H., 21 anni, è deceduta.

Ad eccezione di Felicitas Rita Vetter, nata nel 1996, tutte le vittime sono nate nel 1997.

L’elicottero dell’Aiut Alpin

In ospedale, in terapia intensiva, ci sono ancora 3 persone, uno nella clinica universitaria di Innsbruck, un paziente nell’ospedale di Bolzano ed uno nell’ospedale di Brunico.

Le condizioni del paziente a Bolzano sono ancora molto critiche e le condizioni degli altri due pazienti rimangono stabili.

Le persone rimaste leggermente ferite sono in via di guarigione, mentre altri pazienti sono già stati dimessi.

Il 27enne Stefan Lechner probabilmente verrà interrogato dal giudice oggi o domani, mercoledì 8 gennaio.

Lechner è stato dimesso dall’ospedale lunedì mattina ed è stato trasferito nella prigione di Bolzano. Ora rischia fino a 18 anni di prigione ai sensi dell’articolo 589-bis del codice penale.

Alla base del sinistro è ipotizzabile un’alta velocità del mezzo, un’Audi Coupè TT, e per analizzare la dinamica del sinistro è in corso un’attento esame degli esperti.

L’auto e il cellulare del 27enne sono stati sequestrati con le prove che verranno valutate nei prossimi giorni.

Sul conducente è stato effettuato dapprima un alcol test che ha mostrato un livello minimo di 1,97 g / l di alcol nel sangue. Poi il 27enne è stato portato in ospedale dove gli è stato prelevato il sangue ed un campione di urina. L.B.

Si aggrava il bilancio dei morti del tragico incidente a Lutago

Auto su pedoni in Alto Adige: è strage, 6 morti e 11 feriti